fbpx
+39 349 3707923 info@epica-srl.it
0

Subtotale: 0,00


Nessun prodotto nel carrello.

Il talismano naturale: 5 usanze sconosciute al peperoncino

Novembre 7, 2019

Vi siete mai chiesti perché i nonni fossero soliti regalarvi una castagna da tenere in tasca? Forse si, ma ogni volta che se ne chiedeva il motivo la risposta era sempre la stessa, “serve a proteggerti dal raffreddore” dicevano.

Ma davvero una castagna, nemmeno cotta per giunta, poteva riuscire a farci da scudo contro il più classico dei malesseri da cambio di stagione? Probabilmente no, o meglio, probabilmente nessuno ci ha mai creduto fino in fondo, però usava così e allora perché non provarci, in fin dei conti non ingombrava e poteva solo fare bene.

Questo come tantissimi altri sono gesti che gli uomini, fin dai tempi preistorici, avevano l’abitudine di mettere in pratica per poi farne, nella ripetizione, vere e proprie usanze tipiche. Ancora oggi, fondate sull’appartenenza territoriale, esistono pratiche e costumi che legano gli abitanti alla loro terra natia, derivate da lontano e sviluppatesi a immagine e somiglianza di un’epoca.

Tra i protagonisti più “in” delle credenze popolari, il peperoncino spicca per tradizione e numero di storie che lo hanno visto e lo vedono venerato quasi fosse divino.

Da medicinale a moneta di scambio, a cosa è servito il peperoncino?

Oggi conservato e regalato come portafortuna, il frutto rosso piccante ha una storia che deriva da una lunga tradizione.

Da sempre visto come simbolo di buon auspicio, è stato protagonista di usanze anti-sventure, ma anche usato come medicinale naturale per combattere le infezioni. Sicuramente molti di questi usi rimangono sconosciuti alla maggioranza, e allora scopriamone 5 nel dettaglio che hanno visto passarsi, di mano in mano, il peperoncino.

  1. Portatore di buon auspicio: gli antichi mercanti Aztechi, nelle giornate di magra dovute alle scarse vendite avevano l’abitudine di riporre due peperoncini all’interno dei teloni mercantili e lasciarli agire per tutta una notte, nella speranza che il giorno successivo, grazie alla nutrizione spigionata dal peperoncini, le vendite crescessero di numero. Alcuni tra i loro discendenti ancora oggi utilizzano il peperoncino con questo scopo; l’usanza moderna, però, prevede di porlo vicino ad un neonato in modo che il piccolo sia protetto da sventure e malattie.
  2. Rimedio contro le infezioni: gli antichi Maya erano soliti tenere in bocca dei peperoncini, interi o a pezzi, per proteggersi o curarsi dalle infezioni gengivali. Credevano, infatti, che le proprietà di questo frutto aiutassero il corpo a riparare le zone infette.
  3. Amuleto anti-malocchio: simile all’idea che l’aglio allontani gli spiriti del male, per le tribù indiane natie dell’America del nord e del sud, il peperoncino aveva la funzione di talismano. Ne formavano, perciò, delle vere e proprie ghirlande che apponevano sulle loro canoe per proteggersi dagli spiriti cattivi dell’acqua.
  4. Colorante naturale: il principio attivo del peperoncino, la capsaicina, oltre a sprigionare una forte piccantezza è anche il principale ingrediente che dona al frutto il suo colore rosso vivo. Questa sostanza veniva utilizzata nell’antichità per colorare stoffe e tappeti, oggi invece prosegue il suo compito nell’industria alimentare, come colorante naturale e commestibile.
  5. Utile per il baratto: la cultura peruviana aveva accettato il peperoncino come moneta di scambio. I frutti, infatti, venivano privati di semi e picciolo per poi essere utilizzati come oggetto per l’acquisto di una merce utile alla causa.

Non soltanto buono e saporito, ma nemmeno esclusivamente porta fortuna, il peperoncino ha assorbito nel tempo innumerevoli funzioni e usanze, nate e cresciute per tradizione, alcune ancora vive, altre madri delle più conosciute pratiche quotidiane.

Oggi rimasto come simbolo “scaramantico”, se ne sono riscoperti anche gli aspetti chimicamente e biologicamente positivi per l’organismo, come le funzioni benefiche per il metabolismo. La sua forza evocativa rimane però quel particolare che, trasferitosi di padre in figlio, ha fatto radicare pratiche tradizionali che hanno segnato una cultura; questo è il motivo per cui non si è più soliti chiedere “perché?”, ma si preferisce dare vita a gesti che ormai ci appartengono, come veri e propri rituali quotidiani.

La passione di Epica per questo frutto straordinario nasce proprio dai numerosi significati che il peperoncino evoca e insieme tramanda nel tempo. Tradizione e innovazione sono i valori che accompagnano la creazione di ogni nostra piccante delizia!

Epica - Piccanti Delizie

Via per Rastellino, 34/F
Castelfranco Emilia (MO)

Telefono: +39 349 3707923
Email: info@epica-srl.it

Seguici

© 2016-2019 Epica S.r.l. con socio unico - P.IVA 03538210364 - REA MO396644 - Capitale sociale 900€ i.v.

Via per Rastellino, 34/F Castelfranco Emilia - Modena - PEC marcello.corsini@pec.veterinarimodena.it

Agenzia di Comunicazione

Iscrizione alla newsletter

 
Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere informazioni e aggiornamenti sul mondo Epica. Per te subito uno sconto del 10% per il tuo primo ordine sul nostro shop online.

Ti sei iscritto con successo!